londra

London report

Londra, dopo 5 giorni passati nella capitale inglese, dormendo nel bunker di tre metri quadrati senza finestra ma con bagno di easyhotel (che per altro posso consigliare in quanto economico e pulito), giunti alla partenza mi accorgo che abbiamo calpestato un sacco di vie, macinando chilometri. Nonostante non fossi mai stato a Londra, stranamente non ho fatto miliardi di foto come il mio solito, sarà che escluse le location turistiche, l’architettura inglese è tutta molto simile, pochi edifici particolari, le strade sono quasi completamente ripulite da ogni forma di vandalismo e ogni casa ha il suo giardinetto con prato inglese.

Ciononostante, mi è bastato fare un salto alla TATE Modern, per vedere che la street art ha cambiato sede e mi ritrovo un gigante lavoro di blu sul muro, e vi assicuro che vederlo dal vivo fa molto più effetto che sulle foto che giravano online quando è stata inaugurata l’opera.